mercoledì 11 maggio 2011

Omeopatia


Credo che sia capitato più o meno a tutti di entrare in farmacia e sentirsi proporre l'acquisto di prodotti omeopatici.
Classica scenetta è quella dei genitori preoccupati per la prima malattia del neonato che si interrogano su quali medicine somministrare senza causare danni in così tenera età... E che solitamente prendono le prime fregature spendendo fior di quattrini per comprare acqua e zucchero!
Per chi ancora non lo sapesse l'omeopatia, come anche definito su wikipedia, si basa sul principio secondo il quale il rimedio per una determinata malattia sarebbe dato da quella stessa sostanza (il principio omeopatico) che, in una persona sana, provoca sintomi simili a quelli della persona malata e che quindi per la guarigione viene somministrata al malato in una quantità estremamente diluita.
Esempio grezzo: se faccio indigestione di fragole e mi viene il mal di pancia, e quindi le fragole sono la causa del mio malessere, l'omeopatia mi potrebbe offrire, per la guarigione, uno sciroppo fatto da succo di fragola diluito con tantissima acqua e zucchero. I fattori di diluizione poi sono spesso talmente elevati (1:9 - 1:999) che nemmeno l'acqua di Lourdes diluita in quel modo potrebbe guarire il malato!
Perciò mi perdonerete se comincio ad avere delle perplessità.
Perché?
Perché se per esempio penso che nel 1922 Fleming scoprì la pennicillina con la quale fino ad oggi si combattono malattie come broncopolmoniti e tubercolosi con un fattore di successo nel 90% dei casi (come si evincerebbe dai dati medi nazionali), allora capisco quale è la differenza tra una medicina e una caramella.
Tra l'altro è noto che non esiste alcun trattato di valore scientifico riconosciuto che dimostri l'efficacia della omeopatia, l'unica cosa che si può dire è che l'effetto delle pillole allo zucchero (così ormai che le chiamo le medicine omeopatiche) è paragonabile a quello del semplice effetto placebo.
Praticamente come dire al nostro bimbo: "Amore, mangia la caramellina ché così ti passa la bua".
Quindi per favore, cari farmacisti, almeno fino a che qualcuno non dimostri al mondo intero che l'omeopatia funziona senza aggrapparsi alla metanalisi, immagino che sia dura andare contro corrente a questo mercato assurdo basato sulla pubblicità di un prodotto dalle millantate proprietà corroboranti, ma cercate di appellarvi alla vostra professionalità, di ricordare che avete studiato anche voi "la pennicillina" e di suggerire correttamente alle persone che si imbattono nella vostra ricca vetrina che se hanno bisogno di guarire davvero, meglio che evitino di acquistare le caramelle.

7 commenti:

  1. @Mammafelice: non sono riuscita a pubblicare il tuo commento! Non capisco che cosa sia successo, comunque grazie per essere d'accordo!

    RispondiElimina
  2. Io posso solo raccontare la mia esperienza a riguardo, se serve prendo antibiotici e tutto il resto. Capisco la tua contrarietà, che era anche la mia, però per l'allergia i migliori risultati li ho avuti con prodotti omoepatici. E poter sostituire il 95% delle volte gli antistamici, che sia effetto placebo o meno, a me fa molto piacere!

    RispondiElimina
  3. Anche la mia esperienza a riguardo è positiva, su di me, mio marito ed i miei figli. Se per gli adulti si può pensare ad un effetto placebo, lo stesso non si può dire per bambini di pochi mesi.
    Poi ovviamente ognuno si curi come preferisce :)

    RispondiElimina
  4. @pasadena e @MammaElena: potrei suggerirvi di scrivere qui il nome dei prodotti che avete provato e che si sono dimostrati efficaci? Potrebbe essere utile per qualcuno o comunque per il confronto. Io, come ho scritto, non credo nell'omeopatia :-). Grazie comunque per la vostra testimonianza!

    RispondiElimina
  5. Purtroppo finchè non ci sarà la ratificazione ufficiale da parte del mondo medico non sapremo se l'omeopatia è veramente efficace oppure no. Io conosco diverse persone che si affidano a questo metodo con buoni risultati, ed anche nel campo della perdita di peso pare abbia buoni riscontri. Difficile dire però se si tratti solo di effetto placebo. Quacuno dice "finchè funziona... cosa importa se è placebo o no?"

    RispondiElimina
  6. @Omeopatia per dimagrire: se funziona come effetto placebo ed è gratis perché no? Ma se si cela il business dietro falsi proclami, non posso essere d'accordo. Grazie comunque per il commento...

    RispondiElimina